Le potenzialità della risonanza magnetica da 3 Tesla

Milena Calderone
Milena Calderone
Direttore sanitario dell’Istituto Diagnostico Antoniano di Padova e Responsabile del Dipartimento di Neuroradiologia del Gruppo Affidea area Veneto

Oggigiorno, sono poche le strutture cliniche italiane che possono contare su risonanze con un campo magnetico da 3 Tesla. Fino a pochi anni fa, infatti, nel nostro Paese queste apparecchiature non potevano oltrepassare la soglia dei 2 Tesla, e il superamento di questo limite era consentito solo nell’ambito della ricerca.

L’Istituto Diagnostico Antoniano di Padova ha recentemente installato una risonanza magnetica da 3 Tesla. In questo approfondimento, che apre lo speciale che vi proponiamo in questo numero, seguiamo la dott.ssa Milena Calderone che ha accettato di illustrarci caratteristiche e potenzialità della nuova tecnologia

Oggi, però, le cose sono finalmente cambiate e per pazienti e personale medico preposto alla diagnostica si sono aperte nuove grandi prospettive. All’Istituto Diagnostico Antoniano di Padova del Gruppo europeo Affidea, centro medico specializzato nella diagnostica per immagini, è stata recentemente installata una risonanza magnetica Signa Pioneer da 3 Tesla sviluppata da GE Healthcare, divisione medicale di General Electric: si tratta della prima apparecchiatura di questo genere in un centro diagnostico italiano e viene utilizzata in ambito neurologico, neuropediatrico, per esami ad addome, prostata, mammella e muscoloscheletrici.

LE CARATTERISTICHE TECNICHE DELL’APPARECCHIATURA

Elevata qualità diagnostica unita a maggior velocità nell’esecuzione degli esami e riduzione del rumore per mettere a proprio agio il paziente: sono questi i principali punti di forza della nuova risonanza magnetica installata presso l’Istituto Diagnostico Antoniano di Padova.


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere accedi oppure abbonati ora!

IN EVIDENZA

La chirurgia robotica a servizio della mininvasività: un impegno costante

Quando è nata la chirurgia robotica mininvasiva? Simbolicamente si può indicare il 1999 come anno di riferimento perché fu proprio alle soglie del nuovo...

I dispositivi di protezione individuali al tempo del coronavirus

In questo periodo della nostra vita, stiamo assistendo a uno scenario sanitario che sta stravolgendo tutti. La comparsa nelle nostre vite di...

Rischio Clinico e sicurezza

“Errare humanum est” asseriva Sant’Agostino d’Ippona, ma procedendo negli anni sembrerebbe che questo assunto stia perdendo il suo significato dogmatico. Ancor più restrittivo è il...

Adaptive radiotherapy: la sfida della terapia “su misura”

La “conditio sine qua non” del trattamento radiante è quella di erogare una dose terapeutica in maniera altamente accurata, precisa e conformata...

MY NEWSROOM

Le nuove sale operatorie della chirurgia pediatrica dell’Università di Napoli Federico II

Nel maggio 2017 sono state inaugurate le nuove sale operatorie multimediali di ultima generazione KARL STORZ OR1 della Chirurgia Pediatrica dell’Università di Napoli Federico...

Le nuove frontiere digitali dell’Imaging Medicale

Il mondo sanitario sta evolvendo verso un nuovo modello organizzativo, mettendo in atto un approccio olistico e incentrato sul paziente, volto a...

Lo Studio Radiologico Bernasconi sceglie Elios Patient Portal per potenziare ulteriormente il servizio ai pazienti

Da più di 40 anni è un importante punto di riferimento nel cuore della Brianza nel campo della diagnostica per immagini e delle...