I vincitori del Premio Innovazione Digitale in Sanità 2018

Redazione
Redazionehttps://www.ehealthnews.it/
La rivista concentra la sua attenzione sulle sempre più pronunciate convergenze fra le figure mediche, ingegneristiche e tecniche, quelle cioè che sono maggiormente toccate dall’evoluzione tecnologica in ambito ospedaliero e che quindi divengono, a oggi, i più attenti utilizzatori delle innovazioni offerte dal mercato. Il tavolo multidisciplinare fra le categorie professionali che operano in ospedale vuole, quindi, porre l’attenzione su tutti gli aspetti legati all’utilizzo della tecnologia, siano essi rivolti a favore del paziente o all’ottimizzazione dei processi professionali.

La Fondazione Monza e Brianza per il Bambino e la sua Mamma, nella categoria ‘Processi clinici e assistenziali’, la Fondazione Policlinico Agostino Gemelli di Roma, nell’area ‘Processi di supporto e Data Analytics’, l’Istituto Candiolo – IRCCS di Torino, nella categoria ‘Servizi al cittadino’, e l’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari Trento, nell’area ‘Servizi sul territorio’.

I riconoscimenti assegnati dall’Osservatorio Innovazione Digitale in Sanità premiano come ogni anno l’efficienza in sanità, un elemento imprescindibile per un sistema sanitario in evoluzione come il nostro e che punta a rispondere al meglio alle nuove esigenze dei suoi assistiti. Ecco, in questa breve presentazione, chi si è aggiudicato il premio e perché

Sono questi i vincitori della nona edizione del Premio Innovazione Digitale in Sanità della School of Management del Politecnico di Milano, il riconoscimento dell’Osservatorio Innovazione Digitale in Sanità (www.osservatori.net), che punta a creare occasioni di conoscenza e condivisione dei migliori progetti della Sanità Italiana per capacità di utilizzare le tecnologie digitali come leva di innovazione e miglioramento, assegnato ieri pomeriggio al Politecnico di Milano in occasione del convegno ’Sanità e Digitale: uno spazio per innovare’ tenutosi presso il campus Bovisa a Milano. A questi vincitori si aggiungono l’Asl di Taranto, premiata dalla Federazione Italiana Aziende Sanitarie e Ospedaliere (FIASO) per il progetto ‘TuttaSalute’, e il 118 Emilia-Romagna, finalista nella categoria ‘Servizi al cittadino’, votato come miglior caso dal pubblico presente per il progetto basato sull’uso della app DAE RespondER.


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere accedi oppure abbonati ora!

IN EVIDENZA

L’intelligenza artificiale in diagnostica per immagini

La diagnostica per immagini ha assunto negli ultimi anni un ruolo sempre più centrale nel percorso del paziente, grazie all’evoluzione delle tecniche...

Ingegneri clinici: guardando al futuro delle tecnologie della salute

Uno dei soggetti primari di un Servizio Sanitario Nazionale ad alto contenuto tecnologico e di innovazione è la figura dell’ingegnere clinico, professionista che nelle...

L’influenza dell’imaging biomedico sta sviluppandosi costantemente: le malattie vengono diagnosticate più rapidamente ed i trattamenti stanno sempre più entrando in vigore. Con i termini...

L’ECG a 18 derivazioni

La malattia ischemica cardiaca è una delle maggiori cause di eventi patologici riscontrabili in tutto il mondo. Si è stimato a livello mondiale che...

MY NEWSROOM

Le nuove frontiere digitali dell’Imaging Medicale

Il mondo sanitario sta evolvendo verso un nuovo modello organizzativo, mettendo in atto un approccio olistico e incentrato sul paziente, volto a...

Piattaforma e-Learning Fresenius Kabi: nuovi strumenti digitali per la formazione continua

La digitalizzazione nel campo della Sanità con l’obiettivo di sviluppare un Ospedale Digitale è un percorso che si è ormai avviato negli...

Conox®: l’intelligenza artificiale al servizio del monitoraggio anestesiologico

La gestione ottimale dell’anestesia e della sedazione in area critica, è da sempre una sfida impegnativa: la disomogeneità dei pazienti in termini...