I vincitori del Premio Innovazione Digitale in Sanità 2018

Redazione
Redazionehttps://www.ehealthnews.it/
La rivista concentra la sua attenzione sulle sempre più pronunciate convergenze fra le figure mediche, ingegneristiche e tecniche, quelle cioè che sono maggiormente toccate dall’evoluzione tecnologica in ambito ospedaliero e che quindi divengono, a oggi, i più attenti utilizzatori delle innovazioni offerte dal mercato. Il tavolo multidisciplinare fra le categorie professionali che operano in ospedale vuole, quindi, porre l’attenzione su tutti gli aspetti legati all’utilizzo della tecnologia, siano essi rivolti a favore del paziente o all’ottimizzazione dei processi professionali.

La Fondazione Monza e Brianza per il Bambino e la sua Mamma, nella categoria ‘Processi clinici e assistenziali’, la Fondazione Policlinico Agostino Gemelli di Roma, nell’area ‘Processi di supporto e Data Analytics’, l’Istituto Candiolo – IRCCS di Torino, nella categoria ‘Servizi al cittadino’, e l’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari Trento, nell’area ‘Servizi sul territorio’.

I riconoscimenti assegnati dall’Osservatorio Innovazione Digitale in Sanità premiano come ogni anno l’efficienza in sanità, un elemento imprescindibile per un sistema sanitario in evoluzione come il nostro e che punta a rispondere al meglio alle nuove esigenze dei suoi assistiti. Ecco, in questa breve presentazione, chi si è aggiudicato il premio e perché

Sono questi i vincitori della nona edizione del Premio Innovazione Digitale in Sanità della School of Management del Politecnico di Milano, il riconoscimento dell’Osservatorio Innovazione Digitale in Sanità (www.osservatori.net), che punta a creare occasioni di conoscenza e condivisione dei migliori progetti della Sanità Italiana per capacità di utilizzare le tecnologie digitali come leva di innovazione e miglioramento, assegnato ieri pomeriggio al Politecnico di Milano in occasione del convegno ’Sanità e Digitale: uno spazio per innovare’ tenutosi presso il campus Bovisa a Milano. A questi vincitori si aggiungono l’Asl di Taranto, premiata dalla Federazione Italiana Aziende Sanitarie e Ospedaliere (FIASO) per il progetto ‘TuttaSalute’, e il 118 Emilia-Romagna, finalista nella categoria ‘Servizi al cittadino’, votato come miglior caso dal pubblico presente per il progetto basato sull’uso della app DAE RespondER.


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere accedi oppure abbonati ora!

IN EVIDENZA

Gestione PDTA per mezzo e all’interno di un Health Information System

Nella mia carriera di clinico mi sono trovato a guardare al tema dei Protocolli diagnostico-terapeutici-assistenziali (PDTA) sotto almeno tre diverse prospettive. Innanzitutto nel mio...

Il defibrillatore impiantabile

Il defibrillatore impiantabile rappresenta senza dubbio una delle grandi scoperte della medicina, poiché attraverso la lotta alla morte improvvisa ha contribuito all’allungamento...

Servizio di Sterilizzazione: implementare un processo di convalida del personale

Nonostante la convalida dei processi di sterilizzazione si sia consolidata nel tempo sia per quanto concerne le apparecchiature che gli ambienti di lavoro a...

Esperienza e confronto scientifico, nasce GITrE-TC

Riunire Tecnici di Radiologia (TSRM) che lavorano in Italia e all’estero con competenze cliniche e tecniche, ed esperienza in Tomografia Computerizzata (TC)....

MY NEWSROOM

Arjo, una storia a servizio dell’assistenza fra sfide e successi

INTERVISTA A FLORINDO RUSSO – MARKETNG DIRECTOR Nata in Svezia nel 1957, Arjo è...

Le nuove frontiere digitali dell’Imaging Medicale

Il mondo sanitario sta evolvendo verso un nuovo modello organizzativo, mettendo in atto un approccio olistico e incentrato sul paziente, volto a...

Modularità e collaborazione

Sono questi i concetti cardine della proposta per l’integrazione di sala operatoria che KARL STORZ presenta al 19° Convegno Nazionale AIIC di...