La Terapia Intensiva Neonatale della Fondazione MBBM

Redazione
Redazionehttps://www.ehealthnews.it/
La rivista concentra la sua attenzione sulle sempre più pronunciate convergenze fra le figure mediche, ingegneristiche e tecniche, quelle cioè che sono maggiormente toccate dall’evoluzione tecnologica in ambito ospedaliero e che quindi divengono, a oggi, i più attenti utilizzatori delle innovazioni offerte dal mercato. Il tavolo multidisciplinare fra le categorie professionali che operano in ospedale vuole, quindi, porre l’attenzione su tutti gli aspetti legati all’utilizzo della tecnologia, siano essi rivolti a favore del paziente o all’ottimizzazione dei processi professionali.

La Fondazione Monza e Brianza per il Bambino e la sua Mamma (MBBM) si è aggiudicata il premio ‘Innovazione Digitale in Sanità 2018’. Per quale sistema ha ricevuto il premio? Nel maggio scorso la Fondazione Monza e Brianza per il Bambino e la sua Mamma (MBBM) si è aggiudicata la nona edizione del premio “Innovazione digitale in Sanità 2018” per la categoria “Processi clinici e assistenziali” con il progetto “Remotizzazione di allarmi e dati clinici su dispositivi mobili per il reparto di Terapia Intensiva Neonatale”. Il premio viene conferito annualmente dall’Osservatorio Innovazione Digitale in Sanità del Politecnico di Milano ed è un riconoscimento ufficiale alle strutture sanitarie che hanno mostrato capacità di utilizzare le tecnologie digitali come leva di innovazione e miglioramento.

La Terapia Intensiva Neonatale della Fondazione MBBM si aggiudica il premio “Innovazione digitale in Sanità 2018” con un progetto che punta a riequilibrare necessità di tecnologia e umanizzazione della cura. Ne analizziamo i tratti salienti in questo approfondimento che riepiloga le motivazioni che hanno mosso la sperimentazione ed i risultati della sua messa in opera

Il progetto premiato è stato sviluppato dall’Unità di Terapia Intensiva Neonatale della Fondazione MBBM. L’innovazione digitale ha profondamente modificato il mondo medico e in particolare ha modificato i comportamenti e l’organizzazione delle terapie intensive, notoriamente reparti a elevato impatto tecnologico. Anche le terapie intensive neonatali (TIN), che rappresentano un settore assai peculiare delle cure al paziente critico, si sono adeguate a questo processo. Fin dai primordi dell’istituzione delle TIN è stata prassi comune la rincorsa a macchine sempre più performanti (monitor multiparametrici, ventilatori meccanici, pompe di infusione, etc.). Ben presto si è compreso però quanto questo sforzo tecnologico non avrebbe portato ad alcun beneficio se non fosse stato accompagnato da un avanzamento dei sistemi di aggregazione, integrazione e organizzazione dei dati provenienti sia dagli strumenti che dall’osservazione dei clinici.


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere accedi oppure abbonati ora!

IN EVIDENZA

I dolori post chirurgici sternali possono essere eliminati

Per interventi di chirurgia toracica o cardiaca, i pazienti vengono  sottoposti alla cosiddetta sternotomia, una pratica consistente  nell’incisione dello sterno che, tagliato (parzialmente o ...

Tutte le risposte a portata di click

UpToDate è una risorsa di supporto decisionale in campo clinico basata su prove di efficacia, i cui contenuti sono curati da un team di...

Big Data e intelligenza artificiale in fisica medica

Big data, AI e salute. Qual è la correlazione esistente? Le persone generano quotidianamente una grande quantità di dati, meglio noti come...

Le potenzialità della risonanza magnetica da 3 Tesla

Oggigiorno, sono poche le strutture cliniche italiane che possono contare su risonanze con un campo magnetico da 3 Tesla. Fino a pochi anni fa,...

MY NEWSROOM

La sala operatoria integrata: cosa c’è di nuovo

Intervista al Dott. Athanassiadis, Sales Manager OR1 della KARL STORZ Italia che ha realizzato la prima sala operatoria integrata in Italia ormai 15 anni...

Cybersecurity e interoperabilità nella terapia infusionale: Agilia Connect e Vigilant Bridge

L’informatizzazione della Sanità in Italia è in costante aumento e rappresenta una delle chiavi per aumentare l’efficienza del sistema sanitario riducendone i costi. Sono...

Althea Italia, una gestione delle tecnologie sempre più integrata

Innovazione, sviluppo, ricerca. Questi i tratti distintivi della nostra identità, i valori in cui fermamente crediamo e che ci hanno...