SCOPRI LA CAMPAGNA ABBONAMENTI 2020

Imaging e gestione del rischio: strumenti necessari e dove agire

Carla Rebagliati
Carla Rebagliati
Coordinatore Infermieristico Blocco Operatorio Savona Liguria

La sicurezza costituisce un elemento fondamentale della qualità delle cure. L’attenzione alle attività correlate alla sicurezza fa pienamente parte degli ambiti del governo clinico. Nelle organizzazioni sanitarie il tema della sicurezza non può essere in carico a singoli professionisti. Vi è una molteplicità di soggetti e servizi interessati che devono agire in maniera sinergica e le cui attività devono essere ricondotte a sintesi. La concezione di governo clinico per la sicurezza sottende a un modello che prevede l’integrazione dell’approccio sanitario-tecnico con quello organizzativo- gestionale. L’approccio alla gestione del rischio come processo sistematico consente di ottenere una maggiore conoscenza dei fenomeni, di individuare le priorità e di effettuare un’efficace programmazione e verifica delle attività, nell’ottica del miglioramento continuo dei livelli di sicurezza. Alle diverse fasi del processo di gestione del rischio (identificazione, analisi, trattamento e monitoraggio) sono correlati vari strumenti che dovrebbero rappresentare un patrimonio strutturato di professionisti e organizzazioni.

Un aspetto interessante, e di grande importanza, attiene alla sicurezza. Come viene oggi affrontata e su quali aspetti dovremmo forse soffermarci a ragionare? In questa analisi dettagliata la dott.ssa Carla Rebagliati analizza le diverse fasi del processo di gestione del rischio offrendoci interessanti spunti di riflessione

Per l’identificazione dei rischi possono essere utilizzati vari metodi e strumenti (documentazione sanitaria, flussi informativi correnti, indicatori, banche dati reclami e contenzioso, segnalazioni). In letteratura, il sistema di segnalazione viene considerato lo strumento “basic” per l’attivazione e l’implementazione di un programma strutturato di gestione del rischio. La segnalazione di eventi significativi assume rilevanza e utilità, se viene effettuata e inserita in un approccio sistematico, il cui obiettivo primo è il miglioramento della sicurezza per il paziente e per gli operatori nelle organizzazioni sanitarie. I sistemi di segnalazione esistenti possono variare rispetto a coloro che effettuano la segnalazione, alle caratteristiche dello strumento utilizzato per la segnalazione, alla tipologia e all’utilizzo delle informazioni pervenute, al feedback verso i soggetti segnalanti. Inoltre si sono riscontrate in letteratura differenze nella terminologia utilizzata per descrivere i fenomeni: si citano a diverso titolo eventi avversi, eventi sentinella, errori, reazioni avverse, incidenti, ecc.


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere accedi oppure abbonati ora!

IN EVIDENZA

Innovazione e concretezza: la sfida AIIC alle tecnologie per la sanità

Mentre l’intero sistema della sanità si interroga sulle possibilità del nostro SSN di poter effettivamente sostenere l’impatto delle innovazioni tecnologiche (sempre più importanti, ma...

Accesso diretto alle prestazioni sanitarie

La qualità del sistema sanitario è il risultato di un approccio multidimensionale mirato al ciclo continuo di miglioramento di sei diverse aree:...

OSPEDALE DI BERGAMO: RISONANZA MAGNETICA E TAC IN SALA OPERATORIA

All’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo sono state recentemente inaugurate due sale operatorie ad alta tecnologia, una dotata di risonanza magnetica a 1,5 tesla...

Le potenzialità della risonanza magnetica da 3 Tesla

Oggigiorno, sono poche le strutture cliniche italiane che possono contare su risonanze con un campo magnetico da 3 Tesla. Fino a pochi anni fa,...

MY NEWSROOM

L’eccellenza accessibile di Medicenter Group cresce con Elios Suite, la piattaforma per i centri medici privati

“Eccellenza accessibile”, ovvero offrire servizi medici eccellenti a costi contenuti. Una ricetta semplice e chiara, che costituisce la chiave del successo di...

In Piemonte vengono monitorati tre impianti di autoproduzione ossigeno medicinale

Premessa   L’introduzione dell’ossigeno 93% nella Farmacopea Europea ha reso possibile l’impiego a fini terapeutici di questo farmaco, la cui...

ALTHEA AL CONGRESSO MONDIALE DELL’INGEGNERIA CLINICA

Presentazione di un workshop sui modelli PPP e MES   Roma, 17 ottobre 2019. Althea,...