L’intelligenza artificiale in diagnostica per immagini

Palmino Sacco
Palmino Sacco
Dirigente Medico DAI Diagnostica per Immagini - Azienda Ospedaliera Universitaria Senese - Direttore de Il Radiologo

La diagnostica per immagini ha assunto negli ultimi anni un ruolo sempre più centrale nel percorso del paziente, grazie all’evoluzione delle tecniche diagnostiche. Radiografia tradizionale, Tomografia Computerizzata, Ecografia, Risonanza Magnetica, Medicina Nucleare producono complessivamente milioni di esami digitali. Il medico radiologo valuta quotidianamente migliaia di immagini provenienti da diverse macchine, per diversi quesiti diagnostici e, in base all’esperienza e alla cultura personali, stila il referto radiologico. In realtà, l’analisi del radiologo è limitata ai segni evidenziabili a occhio nudo.

In che modo gli algoritmi di intelligenza artificiale possono essere applicati per l’analisi dell’immagine e nella diagnostica in generale? A fare il punto su innovazioni in atto e potenzialità future è il nostro esperto Palmino Sacco, dirigente medico DAI Diagnostica per Immagini – Azienda Ospedaliera Universitaria Senese, nonché direttore de ‘Il Radiologo’

Le immagini radiologiche sono oggi file DICOM ricchissimi di dati numerici: soltanto una parte di questi dati viene visualizzata e valutata sulle immagini in scala di grigi. Molte caratteristiche dell’immagine sfuggono a questa valutazione: i dettagli della forma, i bordi, il volume, l’istogramma, le variazioni spaziali, le variazioni dei livelli di grigio e numerose altre. Queste stesse caratteristiche possono invece essere analizzate, confrontate e valutate da algoritmi matematici realizzati ad hoc. Considerando l’enorme mole di immagini prodotte quotidianamente dalle unità di diagnostica per immagini, si comprende bene quanti dati potenzialmente preziosi restino inutilizzati negli sterminati archivi digitali radiologici.


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere accedi oppure abbonati ora!

IN EVIDENZA

Al Bambino Gesù tecnologia d’avanguardia per lo studio dell’epilessia

Mantenere in vita il tessuto cerebrale asportato dai pazienti con epilessia, per studiare l’origine della malattia e sperimentare nuovi trattamenti terapeutici. Una...

Sistemi integrati, l’AO di Cosenza

La chirurgia praticata nei centri più avanzati è oggi molto diversa da quella eseguita anni addietro e il costante, prevedibile, sviluppo futuro...

Gli errori d’identificazione del paziente nell’era dei sistemi digitali HIS/RIS/PACS

L’incidenza degli errori legati all’identificazione del paziente è difficile da stimare; in molti casi, pur rappresentando un problema significativo, non produce danni...

Il defibrillatore impiantabile

Il defibrillatore impiantabile rappresenta senza dubbio una delle grandi scoperte della medicina, poiché attraverso la lotta alla morte improvvisa ha contribuito all’allungamento...

MY NEWSROOM

È di BIT4id il PIN UNICO per gli Operatori Sanitari della ULSS9 di Treviso con il prodotto SmartSEC SSO

Un sistema semplice e molto efficace che abilita gli operatori sanitari (personale medico, amministrativo, infermieristico) all’identificazione e autenticazione ai propri PC ed...

Integrazione tra chirurgo e tecnologia al servizio del paziente

A dicembre 2017 è stato inaugurato il nuovo blocco operatorio dell’Ospedale Filippo del Ponte di Varese, il Polo materno-fetale della ASST Sette Laghi di...

Piattaforma e-Learning Fresenius Kabi: nuovi strumenti digitali per la formazione continua

La digitalizzazione nel campo della Sanità con l’obiettivo di sviluppare un Ospedale Digitale è un percorso che si è ormai avviato negli...