Salviamo il chirurgo italiano

Maria Giulia Mazzoni , Pierluigi Marini

Due anni fa, Pierluigi Marini, professore di chirurgia mininvasiva alla Sapienza di Roma, direttore dell’Uoc di chirurgia al San Camillo salutava così i suoi colleghi al momento della nomina a presidente dell’Acoi: “I giovani saranno al centro di ogni mia attività di presidente Acoi: arresteremo la fuga di cervelli e riporteremo l’entusiasmo nel mondo della chirurgia italiana. Un obiettivo ambizioso, ma alla portata di Acoi, perché è la più grande società scientifica di chirurgia per numero di soci e volume di attività. Cercheremo il dialogo con le istituzioni sui temi che riteniamo prioritari, la formazione, l’accreditamento e il riordino delle reti ospedaliere. Impediremo che si vada verso un sistema studiato per portare altri tagli e penalizzare la formazione dei nostri chirurghi. Non lasceremo la formazione nelle mani della burocrazia.

Sostenibilità, tutela della professione e formazione. Sono questi i punti cardine attorno ai quali i chirurghi ospedalieri animeranno la discussione nel corso del congresso nazionale di Matera. Per entrare ancora meglio nel merito delle singole questioni, abbiamo raccolto le parole del presidente Acoi, Pierluigi Marini che, parlando del presente e del futuro della professione, ci ha offerto interessanti spunti di riflessione

Apriremo un tavolo di riflessione e confronto sulla formazione post laurea, mettendo a disposizione degli attuali sistemi formativi l’attività scientifica, i volumi, la qualità e la tradizione della chirurgia ospedaliera italiana”. Una dichiarazione di intenti che era giunta chiara, perentoria, e che si è tradotta poi in una politica attiva e solerte.


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere accedi oppure abbonati ora!

IN EVIDENZA

Rischio Clinico e sicurezza

“Errare humanum est” asseriva Sant’Agostino d’Ippona, ma procedendo negli anni sembrerebbe che questo assunto stia perdendo il suo significato dogmatico. Ancor più restrittivo è il...

L’imaging biomedico in sala operatoria

L’influenza dell’imaging biomedico sta sviluppandosi costantemente: le malattie vengono diagnosticate più rapidamente ed i trattamenti stanno sempre più entrando in vigore. Sempre più determinante per...

La chirurgia robotica a servizio della mininvasività: un impegno costante

Quando è nata la chirurgia robotica mininvasiva? Simbolicamente si può indicare il 1999 come anno di riferimento perché fu proprio alle soglie del nuovo...

Lean management in sala operatoria

La sala operatoria può essere definita come un sistema complesso per gli innumerevoli fattori che sono presenti al suo interno. La buona...

MY NEWSROOM

La sala chirurgica diventa multimediale: bisturi e high-tech

Negli anni ha vissuto come protagonista i vari cambiamenti tecnologici e socio-sanitari che hanno caratterizzato il Paese interfacciandosi e distinguendosi nella difficile mediazione tra...

C-MAC® PM

Il videolaringoscopio C-MAC® PM vince il Premio tedesco all’innovazione 2017. Con il videolaringoscopio C-MAC® Pocket Monitor, introdotto in commercio a ottobre 2016, KARL STORZ ha...

HILL-ROM, advanced connected care

Hill-Rom è una realtà internazionale dalla lunga tradizione nel settore della tecnologia medica che con la sua presenza in più di 100...