SCOPRI LA CAMPAGNA ABBONAMENTI 2020

LE PROSPETTIVE DELLE TERAPIE CAR-T

Lo scorso 17 Luglio si è tenuto, presso il Dipartimento di Biotecnologie Molecolari e Scienze per la Salute a Torino, la settima tappa della Road Map “Prospettive attuali e future dell’uso delle CAR-T in Italia” organizzata da Motore Sanità. La leucemia linfoblastica acuta e il linfoma diffuso a grandi cellule sono patologie che nei pazienti refrattari alle terapie attualmente disponibili danno un’aspettativa di vita molto bassa o nulla. La ricerca in quest’area ha però portato a un punto di svolta tale per cui, per questi pazienti con prognosi infausta, si aprono scenari di cambiamento radicale attraverso le terapie cosiddette CAR-T di prossima introduzione. Questa nuova cura è in grado di restituire al sistema immunitario la sua naturale capacità di riconoscere ed eliminare le cellule tumorali, una metodologia biotecnologica in grado di ridare la speranza ad una parte di quei pazienti che non hanno risposto alle terapie convenzionali. Un passo in avanti che oggi vale per il trattamento delle leucemie più aggressive, ma che in futuro si potrebbe applicare alle persone colpite da tumori liquidi e solidi. La gestione organizzativa di questa innovazione però va di pari passo con la complessità di produzione e di somministrazione del processo di cura. Se da un lato infatti questi strumenti terapeutici saranno personalizzati al singolo paziente, i processi organizzativi che riguardano l’intero percorso di cura richiedono una standardizzazione ed una formazione del personale specifica e da costruire in dettaglio.

La medicina personalizzata è più che mai vicina ai pazienti afflitti da insufficienze d’organo: il

Aria di cambiamento

Anno nuovo, vita nuova per la Sanità nel nostro Paese. Quello che sembrerebbe essere solo