Una nuova stagione

Un buon lavoro e l’auspicio di un coraggioso cambio di passo che torni a mettere il ‘sistema salute’ al centro dell’agenda politica italiana. Questo, a grandi linee, il messaggio che in questi giorni gli addetti ai lavori stanno recapitando all’indirizzo del neo ministro della Salute, Roberto Speranza. Cambia il Ministro, quindi, ma non le priorità. Così, tra auspici e proponimenti, stiamo tutti impazientemente attendendo l’apertura di un nuovo capitolo della sanità in Italia. Ma cosa possiamo aspettarci? Beh, il neo Ministro ha fin da subito tracciato una linea di indirizzo chiara e rassicurante: “È finita – dichiara – la stagione dei tagli alla sanità” e annuncia una mini rivoluzione legata ai ticket (che si dovrebbero pagare in ordine alla fascia di reddito), ma prima di vederlo all’opera sulla sua agenda ci permettiamo di porre l’attenzione su alcune questioni ‘tecniche’ che giacciono da tempo in attesa di risposta. Sono ancora molti, infatti, i temi rimasti in stand-by: dalla governance dei dispositivi medici a un finanziamento dell’HTA che permetta alle innovazioni tecnologiche di rendersi disponibili per tutti, da nord a sud, colmando così l’odioso divario persistente tra le regioni (e tra i cittadini). Ancora una volta, appare evidente che la questione cardine al centro del dibattito resta la realizzazione, quanto più solerte, di un vero “universalismo sanitario”. Da sempre, lo sappiamo, la sfida più importante. A chiedere risposte sono, oggi più che mai, tutti i soggetti interessati: pazienti – chiaramente in prima linea – ma anche medici, associazioni e, non ultimo, il settore dell’industria che, sottolinea Massimiliano Boggetti il presidente di Confindustria Dispositivi Medici, rappresenta la “spina dorsale del Sistema Sanitario Nazionale”. “Siamo convinti – continuano gli industriali nella nota di saluto al nuovo Ministro – che Confindustria Dispositivi Medici continui a rappresentare un interlocutore equilibrato e preparato per lavorare per un Servizio sanitario sostenibile che investe sull’innovazione e sulla trasparenza”. Investimenti che a nostro avviso sono, e ci piace ricordarlo, la pietra angolare sulla quale sostenere la crescita del sistema Paese. La chiave di volta per la realizzazione di una sanità ‘per tutti’.

Buona lettura.   

Da crisi ad opportunità

La storia insegna che quasi sempre lo scatenarsi di una crisi è associato allo sviluppo (spesso imprevedibile) di una serie di opportunità. La massima, molto

Leggi Tutto »

La rabbia e l’orgoglio

Suonerà campanilistico (qualcuno azzarderebbe il termine ‘melenso’), ma in questa irraccontabile tragedia il nostro Paese sta collaudando un inedito sentimento di appartenenza. Ammettiamolo, mentre davanti

Leggi Tutto »

Aria di cambiamento

Anno nuovo, vita nuova per la Sanità nel nostro Paese. Quello che sembrerebbe essere solo uno dei soliti ‘buoni propositi’ di gennaio rischia (e lo

Leggi Tutto »

Il ‘buono’ che fa notizia

Non smetteremo mai di ripeterlo: la ricerca applicata alle tecnologie ‘sanitarie’ rappresenta un concreto valore aggiunto, un’opportunità per professionisti e pazienti. È esattamente questa la

Leggi Tutto »