Gestione del rischio in ambito ostetrico

Carla Rebagliati
Carla Rebagliati
Coordinatore Infermieristico Blocco Operatorio Savona Liguria

BACKGROUND La sicurezza in ambito sanitario è un bene prioritario e il rischio nelle aziende sanitarie è sempre più attuale. La sicurezza in sala operatoria si contraddistingue per la complessità dovuta alle procedure chirurgiche, alle persone presenti, alle professionalità coinvolte, alle condizioni dei pazienti, dalle tecnologie altamente innovative, alle criticità presenti durante tutto il processo assistenziale che provocano danni ai pazienti. Fondamentale è l’elemento umano che assume un’importanza di rilievo nell’organizzazione di un processo assistenziale. La cultura e il potere organizzativo e cioè i comportamenti organizzativi, le culture esistenti, le regole informali “non scritte”, i limiti di accettabilità che ogni azienda e organizzazione si è data diventano il punto focale di un intero processo organizzativo “sicuro”.

La sicurezza in sala operatoria è senza ombra di dubbio una questione chiave quando si vuole affrontare il vasto argomento del “rischio clinico”. Nelle pagine che seguono abbiamo quindi il piacere di proporvi un’analisi accurata e attenta degli aspetti legati alla gestione del rischio in ambito ostetrico. Seguiamo la dott.ssa Rebagliati

La necessità di rendere sicuro l’operato dei professionisti sanitari e il percorso clinico dei pazienti all’interno delle sale operatorie ha portato a una sensibilizzazione a livello mondiale. Infatti, attraverso l’OMS, si è cercato di sensibilizzare l’intera Sanità Mondiale sugli errori presenti all’interno delle sale operatorie, errori che ogni anno hanno portato a morte migliaia di persone. Anche a livello nazionale, il Ministero della Salute nel 2009 ha diffuso il “Manuale sulla sicurezza in sala operatoria” dando un forte segnale a livello organizzativo rispetto alla tutela e alla sicurezza dei pazienti. Tuttavia, nonostante l’attuazione di tutti gli strumenti creati per tutelare i pazienti dagli eventi avversi, il rischio e gli errori sono sempre presenti. All’interno delle sale operatorie operano più categorie di professionisti con competenze, esperienze, e visioni diverse del lavoro da svolgere. Proprio le differenze e le divergenze portano agli errori e agli eventi avversi. Questo elaborato si basa su un evento avvenuto in area ostetrica all’interno di un’azienda sanitaria.


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere accedi oppure abbonati ora!

IN EVIDENZA

La voce come strumento di screening sanitario

La tecnologia si pone sempre più al servizio della medicina: con l’elaborazione di sistemi sofisticati di diagnosi mediante algoritmi, sarà sempre più agevole effettuare...

Guardare e non toccare…imaging touchless in sala operatoria

L’accesso immediato e completo alle immagini diagnostiche del paziente in sala operatoria è oggi un requisito indispensabile per il corretto approccio chirurgico o interventistico. Quanto...

Neuronavigazione

Tutt’altro principio, ma importante novità in tema di imaging sono i sistemi di navigazione intraoperatoria. Particolarmente utilizzati nelle tecniche neurochirurgiche per gli...

L’influenza dell’imaging biomedico sta sviluppandosi costantemente: le malattie vengono diagnosticate più rapidamente ed i trattamenti stanno sempre più entrando in vigore. Con i termini...

MY NEWSROOM

C-MAC® PM

Il videolaringoscopio C-MAC® PM vince il Premio tedesco all’innovazione 2017. Con il videolaringoscopio C-MAC® Pocket Monitor, introdotto in commercio a ottobre 2016, KARL STORZ ha...

Le nuove sale operatorie della chirurgia pediatrica dell’Università di Napoli Federico II

Nel maggio 2017 sono state inaugurate le nuove sale operatorie multimediali di ultima generazione KARL STORZ OR1 della Chirurgia Pediatrica dell’Università di Napoli Federico...

Acquisizione ed archiviazione di flussi Audio/Video, FULL HD e 3D, di sala operatoria, su Virtual Data Center privato

Le più avanzate attività chirurgiche sono caratterizzate da un crescente utilizzo di tecnologie. Ne è un esempio il blocco operatorio del padiglione San Luca,...