Gara d’appalto, ma quanto sei complessa? La risposta in un indicatore

Fabrizio Schettini , Monica Piovi , Paolo Gennaro Torrico , Marcello Faviere , Francesco Santucci , Giacomo Pieraccioli , Valentina Rosellini , Elisabetta Garagiola , Lucrezia Ferrario , Emanuela Foglia

Introduzione I processi di spending review che si sono susseguiti negli ultimi anni hanno impattato profondamente sui processi di acquisto nel settore sanitario: la corretta gestione delle risorse, e le problematiche che essa implica, sono al giorno d’oggi tematiche di discussione, non solo a livello istituzionale, ma anche a livello delle singole aziende sia fornitrici sia fruitrici del prodotto o servizio. Complica tale quadro il fatto che il contesto sanitario, nonostante il contingentamento economico, e l’attivazione di processi di revisione interni della spesa, alla ricerca di un maggiore efficientamento, ha operato per mantenere inalterati i livelli di servizio e, addirittura, laddove possibile, per integrarli. L’insieme di tali necessità e l’affastellarsi di problematiche di differente natura, ha avuto un forte impatto, talvolta negativo, sulle modalità di acquisizione di beni e servizi. Nello specifico sono tre gli elementi che stanno cercando di guidare il processo di innovazione all’interno dei percorsi di gara pubblica: i) centralizzazione con il raggiungimento di economia di scala, ii) standardizzazione ai fini dell’introduzione di prezzi e contratti standard che possano essere trasversalmente utilizzati per differenti processi di acquisto e iii) digitalizzazione orientata alla semplificazione e alla valutazione preventiva della complessità dei percorsi di acquisto, attraverso l’utilizzo di strumenti di e-procurement.


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere accedi oppure abbonati ora!

IN EVIDENZA

Medici, ingegneri e informatizzazione dei percorsi sanitari

Il professore Franco Marinangeli, Ordinario di Anestesia e Rianimazione dell‘Università degli Studi dell‘Aquila e direttore dell’UOC di Anestesia e Rianimazione della ASL...

Lo sviluppo della tecnologia digitale

Negli ultimi anni le caratteristiche dei laboratori di emodinamica, vere e proprie sale operatorie per il trattamento endovascolare della cardiopatia ischemica (nelle...

Tra ospedale e territorio

Gli obiettivi formativi dell’ordinamento didattico per la Radioterapia  dimostrano la necessità di acquisire le conoscenze e  la pratica clinica adeguata per la prevenzione, la...

Touch Surgery, la app che allena i chirurghi

Fondata da quattro chirurghi, Touch Surgery è la startup che sta rivoluzionando la chirurgia a livello mondiale. Essa si basa sulle più recenti tecnologie...

MY NEWSROOM

Dall’intelligenza artificiale al maggior comfort per i pazienti

GE Healthcare presenta al SIRM nuove soluzioni per una radiologia proiettata al futuro Dalle tecnologie informatiche alla base dell’intelligenza artificiale utilizzate per supportare in maniera...

In Piemonte vengono monitorati tre impianti di autoproduzione ossigeno medicinale

Premessa   L’introduzione dell’ossigeno 93% nella Farmacopea Europea ha reso possibile l’impiego a fini terapeutici di questo farmaco, la cui...

ALTHEA AL CONGRESSO MONDIALE DELL’INGEGNERIA CLINICA

Presentazione di un workshop sui modelli PPP e MES   Roma, 17 ottobre 2019. Althea,...