IL ‘PAPA GIOVANNI’ DI BERGAMO AVRÀ UN SUO ROBOT CHIRURGICO

L’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo sarà dotato di un nuovo sistema robotico per la chirurgia mininvasiva. La notizia, molto attesa, è stata resa nota dall’assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera, che poi ha precisato che la decisione è figlia di una precisa volontà, cioè quella di “fornire un impianto robotico all’ospedale Papa Giovanni XXIII, di confermare quelli di Lecco (che verrà sostituito), e di Como, oltre a quelli già in funzione sul territorio regionale”. È, infatti, con l’Asst Lariana che il Papa Giovanni, in attesa da oltre dieci anni di una tecnologia a uso esclusivo, ha condiviso un robot. Nel caso specifico si trattava di un ‘Da Vinci’ acquistato dall’ex ospedale Sant’Anna di Como con il quale l’Asst di Bergamo aveva sottoscritto, fino al 2017, una convenzione per l’uso alternato e temporaneo. In diciassette mesi, al Papa Giovanni sono stati effettuati 250 interventi chirurgici e si stima che con un robot in esclusiva si possa rispondere alla richiesta dei pazienti con almeno 300 interventi l’anno.