ECCELLENZA ITALIANA PER LA NATO

Un’azienda pugliese ha vinto la gara internazionale per la fornitura di quattro strutture hi-tech per la NATO. Si tratta dell’azienda pugliese R.I. (Ricerca e innovazione) di Lecce che consegnerà il materiale all’Esercito italiano con tre mesi d’anticipo rispetto ai tempi previsti e comunque entro quest’anno. In tempi di emergenza Coronavirus, si tratta di un importante aiuto sul versante dell’assistenza. Gli ospedali saranno dotati di impianti e sistemi tecnologici all’avanguardia e organizzati in “shelter” o pannelli interconnessi e tende, articolate in triage, pronto soccorso, laboratorio radiografico ed ecografico, sala preparatoria chirurgica, sala operatoria, sala operatoria ausiliaria, degenza, farmacia e area di gestione. Nella costruzione sono stati utilizzati pannelli ecosostenibili realizzati con materiali vegetali locali, come la canapa, o di provenienza animale (lana di pecora) e trattati con sostanze naturali per accrescere la resistenza a muffe e funghi; sono inoltre stati effettuati test per valutare processi di invecchiamento accelerato e di validazione termica oltre che il monitoraggio indoor per verificare salubrità e comfort.