ENEA a disposizione di tutta la comunità scientifica

Avatar
Giampiero Celata
Responsabile ENEA di tecnologie energetiche e ICT Ì

Uno dei supercomputer più potenti d’Italia sarà a disposizione della ricerca scientifica pubblica e privata impegnata contro il coronavirus. Si tratta dell’infrastruttura CRESCO6, operativa presso il Centro ENEA di Portici, vicino Napoli, in grado di effettuare fino a 1,4 milioni di miliardi di operazioni matematiche al secondo. “Crediamo che il supercomputer possa dare un contributo vitale in questo momento così cruciale per il nostro Paese per la ricerca di farmaci, vaccini e l’elaborazione di dati”, sottolinea il presidente dell’ENEA Federico Testa.

Mentre il mondo scientifico è impegnato nella caccia al vaccino anti Covid, una delle più importanti realtà della ricerca italiana si mobilita per accelerare i tempi di risposta. Ecco che quindi il supercomputer dell’ENEA “scende in campo” a fianco dei ricercatori. In questa intervista al dott. Celata entriamo nel merito di tutte le caratteristiche e le potenzialità di questa straordinaria macchina

“Ad oggi è già a disposizione del team di ricercatori dell’Università di Firenze, coordinato dal professor Piero Procacci, che sta lavorando a un processo per bloccare alla radice il meccanismo di replicazione del COVID-19 e, quindi, lo sviluppo del virus”, aggiunge Testa. Ma di cosa si tratta? HPC CRESCO6 è la seconda infrastruttura di calcolo per ordine di importanza in ambito pubblico in Italia dopo quella di Cineca e sta svolgendo un ruolo chiave per testare l’efficacia dei composti sotto indagine, fornendo in poche ore una previsione affidabile della efficacia inibitoria di tali composti, basata su simulazioni a dettaglio atomistico effettuate su migliaia di processori in parallelo.


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere accedi oppure abbonati ora!

IN EVIDENZA

L’informatica in medicina, un bene o un male?

Robotica e intelligenza artificiale sono considerate tra le tecnologie emergenti destinate a trasformare il mondo in generale, e la sanità in particolare,...

Gli errori d’identificazione del paziente nell’era dei sistemi digitali HIS/RIS/PACS

L’incidenza degli errori legati all’identificazione del paziente è difficile da stimare; in molti casi, pur rappresentando un problema significativo, non produce danni...

Gestione del rischio in ambito ostetrico

BACKGROUND La sicurezza in ambito sanitario è un bene prioritario e il rischio nelle aziende sanitarie è sempre più attuale. La sicurezza...

La Terapia Intensiva Neonatale della Fondazione MBBM

La Fondazione Monza e Brianza per il Bambino e la sua Mamma (MBBM) si è aggiudicata il premio ‘Innovazione Digitale in Sanità...

MY NEWSROOM

HILL-ROM, advanced connected care

Hill-Rom è una realtà internazionale dalla lunga tradizione nel settore della tecnologia medica che con la sua presenza in più di 100...

Engage Suite: a prova di PDTA

Il mondo sanitario sta evolvendo verso nuovi modelli  organizzativi  interdisciplinari  e intra ed extra  ospedalieri,  sfidando l’ICT  come efficace  strumento  di supporto  ai processi...

Piattaforma video per endoscopia: quali novità dal mondo KARL STORZ?

Cosa si intende con il concetto di piattaforma video? Quali sono i vantaggi...