IL COVID CENTER DEL CAMPUS BIOMEDICO

Realizzato un centro destinato ad essere punto di riferimento per la gestione del virus. Entriamo nel merito delle sue caratteristiche principali. L’area di 2.100 mq che ospita il Campus COVID Center (CCC) è fisicamente separata dal resto del Policlinico Universitario Campus Bio-Medico (che rimane così un ospedale sicuro no covid) ed è strutturalmente e funzionalmente distinta in due zone: la prima, rossa, dove sono accolti e assistiti i pazienti, che sono tutti COVID positivi e ricoverati per il tramite della rete regionale, e la seconda, verde, dove accede il personale all’inizio del turno di lavoro, nonché punto di accesso per farmaci e materiale sanitario. • 40 posti letto di cui 9 in terapia intensiva Il nuovo Campus Covid Center è dotato di 9 posti letto di terapia intensiva, 7 di media intensità e di 24 posti a bassa intensità, una radiologia dedicata con TAC, radiologia tradizionale ed ecografia. Le dotazioni tecnologiche includono i ventilatori per l’assistenza respiratoria dei pazienti intubati, che vengono utilizzati nei letti di Terapia Intensiva, e quelli per il supporto respiratorio non invasivo (es. C-PAP). • Un team dedicato di 90 professionisti L’assistenza ai pazienti è assicurata da un team appositamente costituito e formato, comprendente complessivamente circa 90 persone, costituto da medici (intensivisti, internisti, infettivologi, radiologi) da infermieri, da tecnici di radiologia e da OSS. • La cura del personale con zona rossa e verde Il personale, in considerazione del forte impegno fisico ed emotivo richiesto, durante il turno di lavoro gode di periodi di interruzione dall’assistenza diretta, durante i quali viene dedicato ad altre attività (es. compilazione delle cartelle, richieste di consulenze, esami, farmaci, presidi, consegne etc.). Queste ultime attività si svolgono nella zona verde, che è una zona “pulita” del Campus Covid Center dove il personale, uscito dalla zona rossa dedicata all’assistenza dei pazienti COVID, giunge dopo aver rimosso i DPI ed essersi lavato e cambiato. L’ingresso nella zona rossa dedicata all’assistenza dei pazienti COVID avviene esclusivamente attraverso un filtro collocato tra le due zone. Il personale dedicato ha la possibilità di alloggiare in una struttura individuata ad hoc per eliminare i contatti con le famiglie per tutto il periodo di attività del CCC. • CCC e Policlinico Ospedale sicuro per prestazioni no COVID non differibili La netta separazione delle strutture e dei percorsi, unitamente alla fornitura dei DPI idonei e alla formazione effettuata sull’uso degli stessi, consente di mettere a disposizione del Servizio Sanitario Regionale un Centro COVID che dà le massime garanzie in tema di sicurezza degli operatori e dei pazienti, mantenendo nel contempo attivo il Policlinico come ospedale no COVID per erogare prestazioni sanitarie non differibili, ovvero da effettuarsi in meno di 30 giorni, in totale sicurezza. Per le persone con patologie oncologiche è stato inoltre realizzato un percorso ulteriormente protetto mediante accesso dedicato in Policlinico.