COVID-19: parole, opere e omissioni

Avatar
Francesco Silvestri
Infermiere di camera operatoria, socio A.I.C.O.

Descrivere o parlare di un fenomeno di attualità (di portata mondiale, per giunta) come quello della pandemia da SARS-CoV-2 non è semplice; la situazione è in continua evoluzione e soprattutto la “mappa del territorio” per noi sanitari è innegabilmente differente dal resto della popolazione nazionale. Come poter iniziare degnamente un articolo d’opinione sull’argomento? E come farlo da socio A.I.C.O.? Mi è giunto in soccorso un filosofo francese, Joseph Joubert, che disse “Cercando le parole, si trovano i pensieri”; ed allora ho pensato di partire dalle parole, evidenziandole in grassetto affinché anche un ipotetico lettore colga, come me, il filo che è lo sviluppo che lega la parola al pensiero. Partiamo allora dalla prima parola: storicità; è indubbio che questi tre mesi entreranno di diritto nei libri di Storia (con la esse maiuscola). Appare chiaro come la pandemia da SARS-CoV-2 ha cambiato il nostro vissuto ed il corso degli eventi: non solo nelle nostre famiglie, nei nostri luoghi di lavoro, ma anche nell’organizzazione sociale del Paese. Esistono interessanti parallelismi tra quella attuale e la pandemia da influenza spagnola del 1918-1919: è causata sempre da un virus; ha avuto un coinvolgimento mondiale, grazie alla globalizzazione (che all’epoca spostava milioni di uomini in armi dai vari continenti ai campi di battaglia europei e mediorientali); il trattamento e le cure non erano efficaci nel debellarla; ha richiesto quarantena e blocco delle attività in molti Paesi per un periodo più o meno lungo, in un mondo che stava iniziando a uscire dalla Grande Guerra (Laura Spinney; 1918.


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere accedi oppure abbonati ora!

IN EVIDENZA

Effetti della corrente attraverso il corpo umano

Il passaggio di corrente attraverso il corpo umano può determinare numerose alterazioni e lesioni, temporanee e permanenti. Per uno specifico percorso attraverso...

Iniettori automatici per radiofarmaci

L’“Imaging Molecolare” rappresenta oggi una metodica non invasiva molto sensibile e importante per numerose patologie, soprattutto quelle oncologiche, permettendo sia la diagnosi (mediante il...

Lo sviluppo della tecnologia digitale

Negli ultimi anni le caratteristiche dei laboratori di emodinamica, vere e proprie sale operatorie per il trattamento endovascolare della cardiopatia ischemica (nelle...

RIS-PACS, non solo radiologia

Negli ultimi 10 anni i sistemi informativi esplicitamente dedicati alla pubblica amministrazione hanno subito una profonda mutazione, riuscendo a conformarsi e adattarsi...

MY NEWSROOM

L’eccellenza accessibile di Medicenter Group cresce con Elios Suite, la piattaforma per i centri medici privati

“Eccellenza accessibile”, ovvero offrire servizi medici eccellenti a costi contenuti. Una ricetta semplice e chiara, che costituisce la chiave del successo di...

Dall’intelligenza artificiale al maggior comfort per i pazienti

GE Healthcare presenta al SIRM nuove soluzioni per una radiologia proiettata al futuro Dalle tecnologie informatiche alla base dell’intelligenza artificiale utilizzate per supportare in maniera...

Il gestionale sanitario 4.0

Il 1973 vede la nascita di Datamatic S.p.A. come azienda che dedica il proprio impegno nella distribuzione di accessori e prodotti di consumo tecnologici,...