.

BACKGROUND

La sicurezza in ambito sanitario è un bene prioritario e il rischio nelle aziende sanitarie è sempre più attuale. La sicurezza in sala operatoria si contraddistingue per la complessità dovuta alle procedure chirurgiche, alle persone presenti, alle professionalità coinvolte, alle condizioni dei pazienti, dalle tecnologie altamente innovative, alle criticità presenti durante tutto il processo assistenziale che provocano danni ai pazienti. Fondamentale è l’elemento umano che assume un’importanza di rilievo nell’organizzazione di un processo assistenziale. La cultura e il potere organizzativo e cioè i comportamenti organizzativi, le culture esistenti, le regole informali “non scritte”, i limiti di accettabilità che ogni azienda e organizzazione si è data diventano il punto focale di un intero processo organizzativo “sicuro”. La necessità di rendere sicuro l’operato dei professionisti sanitari e il percorso clinico dei pazienti all’interno delle sale operatorie ha portato a una sensibilizzazione a livello mondiale. Infatti, attraverso l’OMS, si è cercato di sensibilizzare l’intera Sanità Mondiale sugli errori presenti all’interno delle sale operatorie, errori che ogni anno hanno portato a morte migliaia di persone. Anche a livello nazionale, il Ministero della Salute nel 2009 ha diffuso il “Manuale sulla sicurezza in sala operatoria” dando un forte segnale a livello organizzativo rispetto alla tutela e alla sicurezza dei pazienti.

Confronta gli annunci

Confrontare
Carla Rebagliati
  • Carla Rebagliati