.

Per sconfiggere il proliferare del rischio pandemico COVID-19, attraverso lo smaltimento dei rifiuti sanitari, esiste una soluzione innovativa e tutta ‘green’: un progetto chiamato ‘Newster Cares’ che si propone di implementare l’utilizzo di sterilizzatori per rifiuti ospedalieri a rischio infettivo da installare direttamente dentro i nosocomi, attualmente in piena emergenza a causa della veloce diffusione dell’epidemia COVID-19, causata dal virus SARS-CoV-2, detto anche Coronavirus. L’obiettivo del progetto (ideato e realizzato da una realtà tutta italiana considerata a livello internazionale uno dei principali player europei nel settore la Newster System) è quello di fornire un valido ed efficace strumento nella lotta alla diffusione del virus, prevenendo eventuali possibili contagi che potrebbero verificarsi durante le diverse attività di deposito, trasporto, stoccaggio e smaltimento finale dei rifiuti sanitari. Dai dati forniti quotidianamente dal Dipartimento Nazionale di Protezione Civile la malattia è altamente contagiosa e sta causando un numero enorme di decessi in tutto il mondo.

Ogni singolo Paese, inclusa l’Italia che per prima in Europa ha affrontato il problema, sta mettendo in campo tutti gli sforzi possibili per concedere “tempo ai sistemi sanitari” attraverso tutta una serie di misure di distanziamento sociale volte a raggiungere una progressiva riduzione del numero dei contagiati. Sebbene la malattia abbia come canale principale di diffusione il contatto inter-umano, dai primi studi è emerso che anche oggetti e superfici infette possono essere un ottimo veicolo per il virus. Tra gli oggetti generati dalla cura dei pazienti Covid, nonché l’enorme quantità di Dispositivi di Protezione Individuale “DPI” utilizzati dal personale sanitario e non solo (mascherine, guanti, tute, calzari, copricapo ecc.).

Confronta gli annunci

Confrontare
Gianluca Magrini
  • Gianluca Magrini