La TeleNeurofisiologia Clinica in Italia: implicazioni tecniche e normative

La TeleNeurofisiologia Clinica in Italia: implicazioni tecniche e normative

.

La Neurofisiologia Clinica è un settore ben definito nell’ambito delle Neuroscienze, rivolto allo studio dei segnali bioelettrici provenienti dal sistema nervoso, centrale e periferico, e dal sistema neuromuscolare. Tale branca ha subito una notevole espansione con l’avvento della tecnologia digitale la quale, riuscendo ad elaborare e a proiettare sui monitor i segnali bioelettrici registrati dagli elettrodi, consente una corretta lettura ed un’idonea interpretazione dei dati da parte del personale sanitario dedicato (Neurofisiologi Clinici e Tecnici di Neurofisiopatologia), anche a distanza, con l’ausilio dellaTelemedicina. Storicamente nella Neurofisiologia Clinica si sono succedute sperimentazioni con il fine di soddisfare l’esigenza del teleconsulto specialistico. Le prime esperienze concrete furono svolte a partire dalle possibilità di Microsoft Windows 95. Veniva realizzato il collegamento modem e tramite protocollo SLIP (Seriale Line IP) era possibile realizzare una rete dedicata punto-punto tramite la quale scambiarsi i file delle registrazioni degli esami. Questo consentiva di condividere le informazioni, ma offriva dei tempi di risposta e decisionali non immediati e non permetteva un telemonitoraggio (monitoraggio a distanza dei parametri bioelettrici, centrali e/o periferici) in tempo reale e multidimensionale come possiamo relizzare con le attuali. Un ulteriore progresso si verificò con l’uso dei successivi sistemi operativi Windows 98 e XP che furono riprogettati per facilitare la connettività e la condivisione di file di vario tipo.

Confronta gli annunci

Confrontare
Giuseppe Stipa
  • Giuseppe Stipa