L’ultima frontiera
della chirurgia
protesica robotica

L’ultima frontiera
della chirurgia
protesica robotica

.

THA 4.0: UPDATE DELLA CHIRURGIA ROBOTICA, COMPLICANZE PREVEDIBILI

L’introduzione della chirurgia assistita da braccio robotico associata all’approccio anteriore diretto (DAA) ha migliorato e rinnovato la chirurgia di sostituzione e ricostruzione dell’anca rispetto alla tecnica manuale. La crescente popolarità e l’interesse per questo approccio chirurgico per l’artroplastica totale dell’anca in pazienti con osteoartrite allo stadio finale si devono al fatto che il sistema chirurgico assistito dal braccio robotico permette al chirurgo di effettuare una pianificazione pre-operatoria specifica del paziente e di eseguire un intervento robotico basato su un modello di tomografia computerizzata (CT) tridimensionale (3D) dell’anca del paziente. Alla Clinica San Francesco per primi in Italia ci siamo dotati del braccio robotico assistito Mako Robotic Arm assisted Total Hip™ con i relativi recenti aggiornamenti di alcuni parametri del software, che hanno dimostrato di poter migliorare la prevedibilità delle principali complicanze e quindi la riduzione delle stesse, e i risultati di efficacia per il paziente.

Confronta gli annunci

Confrontare
Piergiuseppe Perazzini
  • Piergiuseppe Perazzini