Due anni fa, Pierluigi Marini, professore di chirurgia mininvasiva alla Sapienza di Roma, direttore dell’Uoc di chirurgia al San Camillo salutava così i suoi colleghi al momento della nomina a presidente dell’Acoi: “I giovani saranno al centro di ogni mia attività di presidente Acoi: arresteremo la fuga di cervelli e riporteremo l’entusiasmo nel mondo della chirurgia italiana. Un obiettivo ambizioso, ma alla portata di Acoi, perché è la più grande società scientifica di chirurgia per numero di soci e volume di attività. Cercheremo il dialogo con le istituzioni sui temi che riteniamo prioritari, la formazione, l’accreditamento e il riordino delle reti ospedaliere. Impediremo che si vada verso un sistema studiato per portare altri tagli e penalizzare la formazione dei nostri chirurghi. Non lasceremo la formazione nelle mani della burocrazia. Apriremo un tavolo di riflessione e confronto sulla formazione post laurea, mettendo a disposizione degli attuali sistemi formativi l’attività scientifica, i volumi, la qualità e la tradizione della chirurgia ospedaliera italiana”. Una dichiarazione di intenti che era giunta chiara, perentoria, e che si è tradotta poi in una politica attiva e solerte. Una promessa mantenuta insomma che vuol rinnovarsi, oggi, dal palco di Matera. Presidente, partirei dall’appuntamento di Matera, la città che ospiterà il vostro prossimo congresso nazionale. Una scelta anche simbolica? Partirei infatti con il dirle perché abbiamo scelto Matera che è, come noto, capitale europea della cultura e dalla quale vogliamo lanciare alcuni chiari messaggi che a nostro avviso si legano al futuro….

Confronta gli annunci

Confrontare
Maria Giulia Mazzoni
  • Maria Giulia Mazzoni