.

La chirurgia praticata nei centri più avanzati è oggi molto diversa da quella eseguita anni addietro e il costante, prevedibile, sviluppo futuro delle tecnologie certamente la modificherà ancora. Nel corso degli anni si è passati da una chirurgia “aperta”, con grandi tagli, a una chirurgia tesa verso una sempre maggiore riduzione dell’invasività dell’atto chirurgico, con interventi endoscopici o laparoscopici che, mini-invasivi e sempre più video-chirurgici, comportano una riduzione significativa dei disagi ai pazienti, riducono i tempi e i costi sociali del recupero post operatorio, e, inoltre, hanno enormi ricadute sulla produttività e sui costi dell’attività chirurgica. Basti pensare che le prime immagini all’interno del corpo umano risalgono agli anni ‘60, ma ben presto dall’immagine accessibile solo a chi osserva si è giunti alla fotografia, ai filmati e ai video, alla documentazione e allo scambio delle immagini osservate. Ovviamente, tutto ciò ha portato il vecchio layout della sala operatoria tradizionale a non essere più adeguato alle necessità di tutta una nuova serie di tecnologie specifiche, che a loro volta necessitano di spazio, di alimentazioni (elettriche o di gas), connessioni, tubi, cavi, elettrodi e, non ultimi per importanza, di computer che consentono di comunicare in tempo reale. I moderni sistemi endoscopici high tech utilizzati in medicina sono realizzati con componenti provenienti dai settori più diversi. Sistema ottico, meccanica, elettronica e software utilizzato devono essere…..

Confronta gli annunci

Confrontare
Amedeo De Marco
  • Amedeo De Marco