Tecnologia a pressione
negativa Prevena
e medicazioni tradizionali:
una valutazione HTA

Tecnologia a pressione
negativa Prevena
e medicazioni tradizionali:
una valutazione HTA

.

INTRODUZIONE Si stima che più di 200 milioni di persone nel mondo soffrano di una malattia arteriosa periferica (Peripheral artery disease PAD). Questa malattia è progressiva, colpisce il sistema circolatorio periferico ed è caratterizzata dalla riduzione dell’afflusso di sangue ai vasi arteriosi degli arti inferiori, di solito più colpiti, e superiori. La PAD è associata inoltre a una ridotta capacità funzionale e a un aumento della mortalità e del rischio di morbilità cardiovascolare; se classificata come grave richiede di sottoporre il paziente a operazioni chirurgiche come angioplastica, bypass o amputazione. Secondo lo studio di Vogel e colleghi (2006), questo genere di chirurgia presenta uno dei tassi di infezione del sito chirurgico più alti tra tutti, ritardando la guarigione e provocando una elevata morbilità, mortalità, nonché generando un significativo burden economico e sociale. All’interno della pratica clinica, esistono differenti tecnologie dedicate al trattamento delle ferite chirurgiche. Alle medicazioni tradizionali, si affiancano tecnologie più innovative che si avvalgono dell’utilizzo della pressione negativa. Il sistema Prevena è concepito per la gestione delle incisioni chirurgiche e della cute integra circostante nei pazienti a rischio di complicanze post-operatoria; nello specifico, consiste in una schiuma di poliuretano a celle aperte per assicurare una distribuzione ottimale della pressione negativa attraverso la superficie dell’incisione.

Confronta gli annunci

Confrontare
Dora Nicolazzo
  • Dora Nicolazzo