.

LA TELEMEDICINA

di Emilio Chiarolla (Collegio Probiviri AIIC)

Si avvicina il 21° Convegno dell’Associazione Italiana Ingegneri Clinici (11-13 novembre, East Ends Studios, Milano) ed il programma del grande evento ha ormai assunto le sue dimensioni finali. Come “tappe di avvicinamento” proponiamo una serie di flash sulle sessioni di rilievo dell’evento: ecco come Emilio Chiarolla (Collegio Probiviri AIIC) presenta la Sessione TELEMEDICINA E GESTIONE TERRITORIALE (12 novembre, ore 9.30):

“Nell’ultimo decennio la telemedicina si è molto diffusa grazie allo sviluppo tecnologico e a dispositivi semplici da usare, ma è con la pandemia da Covid-19 che l’utilizzo della telemedicina ha accelerato il suo processo di diffusione soprattutto nell’ambito della medicina territoriale. Quest’ultima ha fatto emergere nel periodo pandemico tutte le sue debolezze, ed è per questo che il PNRR ha destinato ingenti finanziamenti per il potenziamento dell’assistenza territoriale. I nuovi modelli di assistenza territoriale prevedono una integrazione tra Case della Comunità, Centrali operative territoriali e Ospedali di comunità. Inoltre, grande attenzione è posta agli strumenti di supporto di sanità digitale e telemedicina che consentiranno una migliore presa in carico e continuità delle cure soprattutto dei pazienti affetti da patologie croniche. La sessione all’interno del 21° Convegno AIIC vedrà il confronto tra i relatori delle istituzioni centrali e regionali che approfondiranno non solo le tematiche legate ai nuovi modelli organizzativi attualmente in discussione ma anche di nuove soluzioni tecnologiche di telemedicina analizzate all’interno del PonGov cronicità, di linee di indirizzo nazionali per la telemedicina, di esperienze regionali di sanità digitale nonché di applicazioni di intelligenza artificiale”.

Confronta gli annunci

Confrontare
AIIC
  • AIIC